ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO
RAFFAELEPIRIA - FERRARIS/DA EMPOLI
CF: 92104720807 - PEO: rctd120008@istruzione.it - PEC: rctd120008@pec.istruzione.it
Menu

Ultimo incontro per il “Salotto Storico”

E’ giunto alla conclusione il “Salotto Storico”2022/2023, Corso formazione docenti, Miur Piattaforma SOFIA, promosso dall’AVIS Provinciale RC.
Il 12 giugno c. a. la Scuola Polo del Progetto Agorà,“ITE Piria Ferraris Da Empoli”, ha aperto le porte della storica Aula Magna per concludere il piccolo capolavoro promosso dall’AVIS Provinciale RC, realizzatosi grazie all’appoggio incondizionato e abile del Dirigente Scolastico, avv. Anna Rita Galletta che, abbracciando il nobile messaggio avisino ha voluto regalare alla propria Scuola un percorso docenti / discenti di grande pregio e alto valore educativo. Nei tredici incontri, ha sottolineato il relatore, avv. Diego Geria, si sono avvicendate tematiche interessanti, frutto dell’amore per la ricerca e del culto del bello. Un territorio, quello di Calabria che attraverso la strada indicata dall’AVIS, ha acquistato colore e trasparenza, arricchendo le menti di chi ha colto l’invito di percorrerlo in tale modo. L’AVIS Provinciale RC ha realizzato un disegno particolare, di sicura utilità sociale, arrivando a un pubblico interessato con garbo e familiarità, ricordando le positività dell’uomo che nel corso del tempo ha popolato la storia.
Per il gran finale un tavolo di personalità rappresentativo e pieno di talento, accolto calorosamente dalla DS, Avv. A. R. Galletta, che ne ha apprezzato i compiti di significativo costrutto : dott.ssa Maria Gianuario, Vice Presidente Vicario Avis Regionale Marche Responsabile area formazione, dott. Antonino Posterino, Vice Presidente Avis Regionale Calabria, dott.ssa Vanna Micalizzi Presidente AVIS Provinciale RC, Avv. Diego Geria Responsabile Scuola Avis Provinciale RC. Presenti in sala diverse personalità della generosa famiglia avisina, per una platea di sicuro impatto sociale. Dalle parole degli intervenuti un chiaro messaggio di speranza per il futuro che attende il mondo della Scuola, sempre più proiettato verso la solidatetà, la condivisione e la cultura sociale. Scandendo le tappe effettuate, lo storico, Diego Geria ha dettagliatamente ricordato tutto l’iter annuale di questo viaggio immaginato, decisamente ricco di sfaccettature, profondamente umano. Suoni, volti, sentimenti, emozioni hanno celebrato la parte più bella e misteriosa delle vicende calabre, donando un senso ai gesti di personaggi, rivelando leggende e miti di accattivante significato.
Un ottimo lavoro di equipe ha coadiuvato il cammino espresso, riempendolo di energia e di positività. Un’esperienza vissuta all’insegna del coraggio di formare il giovane del futuro, con la convinzione che tale viaggio abbia come base di partenza la scuola, e la volontà di interazione efficace, frutto di novità e di collaborazione con gli operatori sociali e il volontariato.
In apertura, come di consueto, le note coinvolgenti degli allievi del Liceo Musicale “Gulli”, Sara Ciullo, Francesca Montechiarello, Sara Scopelliti, Gaia Meduri, Marisol Mangiola, diretti dai maestri Antonio Barresi e Grazia Barillà, e accompagnati per l’intero sviluppo progettuale dalle docenti referenti, prof.ssa Cara Serena e prof.ssa Annamaria Pellicanò. I brani, C’era una volta il West, New York New York, O sole mio,’O surdatu ‘nnammuratu, eseguiti con estro e la disinvoltura dalla compagine, hanno allietato ancora una volta il pubblico presente, trasportandolo nella cordialità del “Salotto”, per un ascolto delicato e coinvolgente. A seguire il momento poetico della serata, espresso con fantasia e abilità recitativa dagli alunni dell’Istituto ospitante. Divisa in due parti l’esibizione dei giovani artisti Alessandro Loddo, Virginia Vento, Valeria Calabrò, Domenico Barreca, Simona Falduto, Chiara Laganà, Maryan Rana, Daniel Fiorenza, Guglielmo Pangallo, Francesca Sapone, Orazio Marino, Giuseppe Russo, Francesco Logoteta, Giada Santagati, AjA Boutay, Vincenzo Nicolò, Martina Mordà , Francesco Battaglia, Matteo Cotroneo, amorevolmente guidati dalle docenti Maria Antonietta Spina e Giovanna Freno, ha narrato, in una esilarante rappresentazione, la spensieratezza giovanile e l’importanza fondamentale di una formazione equilibrata da parte della scuola che aiuta i ragazzi a diventare protagonisti della propria vita. A dar robustezza musicale alla recitazione dei piccoli attori l’incanto del violino dell’alunno Filippo Pegorer, che ha espresso sentitamente, con forza il suo melodioso messaggio.
Il Progetto Agorà, in connubio con il Corso formazione docenti “Salotto Storico”, ha portato così nuova linfa a quella che ci auguriamo una giusta e proficua crescita giovanile.
La voce della fratellanza avisina si espande fra i ragazzi calabresi tramite quei valori che, viaggiando nel tempo, arrivano nella realtà odierna rinforzati e più attuali che mai.
La fine di tale cammino annuale è stato sottolineato dal clima di festa che l’AVIS Provinciale RC ha voluto celebrare, donando a tutti coloro che hanno contribuito con il proprio apporto, un ricordo per l’importante meta raggiunta. Un particolare ringraziamento è andato alla DS della Scuola capofila, avv. Anna Rita Galletta, per la straordinaria energia profusa verso la realizzazione dell’indispensabile operato sociale dell’AVIS Provinciale RC, alla vicepreside della Scuola Capofila, prof.ssa Patrizia Praticò, all’animatore digitale prof. Alfredo Pudano, ai docenti e ai maestri del Liceo Musicale Gulli, Annamaria Pellicanò, Serena Cara, Antonio Barresi, Grazia Barillà, Giorgio Furina; alla squadra operativa del Salotto Storico, composta dalle docenti Giovanna Freno, Marianna Errigo, Rossella Barreca e dal tecnico Aurelio Azzarà; ai docenti dell’ITE PIria coinvolti nella preparazione dei momenti artistici Alessandro Tuscano, Felicia Amodeo, Loredana Nappa, Antonietta Spina, Elvira Sirio, Caterina Chisari, Monia Cristarella. Una targa particolare è stata assegnata dalla Scuola Capofila al prof.Diego Geria, per la creazione geniale di tale percorso e il prestigioso lavoro profuso nel “Salotto Storico”, fonte culturale di sicuro valore.
Come sempre l’evento ha visto gli alunni del servizio accoglienza e Segreteria, Cristofaro Marra, Nicoletta Costantino, Alessandro Cicciù, Giancarlo Buonarrigo, Eduard Asavoaie, svolgere il loro compito con grande professionalità, mettendo a proprio agio il pubblico presente.
Termina dunque il viaggio nella Storia della terra calabrese, gustoso piatto di fatti, tradizioni e costume, offerto dal prof. Diego Geria a docenti e discenti, con un garbo narrativo, ricco riflessione e di acuta interiorizzazione.
Nuove sfide e nuovi orizzonti si aprono per L’Avis provinciale RC, che tendendo la mano alla Scuola, ha regalato un corso di formazione docente moderno, con nuovi spunti di riflessione, all’insegna della concretizzazione delle idee.
Il senso di tutto ciò si è infatti colto nelle parole dei relatori della serata, e in particolare in quelle della Dirigente della Scuola ospitante e della Presidente dell’Avis Provinciale RC, due donne attive e combattenti, che con una espressività sentita e brillante, hanno fatto chiarezza sui compiti importanti e indispensabili che il mondo scolastico dovrebbe affrontare.
Cultura del dono, studenti e futuro hanno costituito, per il dott.Posterino e la dott.ssa Gianuario un mix concettuale importante, da promuovere instancabilmente con significative e pratiche azioni corali quotidiane.
Nel rispetto e nella difesa della vita gesti di solida edificazione sociale.
Giovanna Freno

Related posts